060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Tipologia: Edifici

Indirizzo

Indirizzo: Piazza Farnese, 67
Zona: Rione Regola (Campo de' Fiori-Piazza Farnese) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Contatti

Telefono: 06 686011 (centralino)
Fax: 0668601460
Prenotazione online: www.inventerrome.com

Orario

Il palazzo Farnese è uno dei gioielli del Rinascimento a Roma.
Le visite danno la possibilità di scoprire l'atrio del Sangallo, il cortile, il giardino, il Salone d’Ercole, con i suoi arazzi ispirati agli affreschi di Raffaello, ma soprattutto la famosa galleria dei Carracci, restaurata recentemente e riaperta al pubblico, capolavoro assoluto dei fratelli Carraci eseguito tra la fine del XVI, inizi XVII per il Cardinale Odorado Farnese (la visita dura 45 minuti)


Le visite in italiano si svolgono il lunedì e il venerdì alle 17.00 e il mercoledì alle 15.00 e alle 16.00
Gruppi: le domande di visita devono pervenire via e-mail 3 mesi prima della data richiesta

Prenotazione obbligatoria e pagamenti attraverso il sito www.inventerrome.com
Non si effettuano prenotazioni per telefono.
Numero massimo prenotati consentito: 25

All’entrata sarà effettuata un’ulteriore verifica dei documenti d’identità di tutte le persone iscritte.

Per la visita presentarsi 10 minuti prima dell'orario previsto al punto d'incontro davanti all'Ambasciata, in Piazza Farnese, muniti di documento di identità valido e della conferma della prenotazione.

Informazioni

Palazzo Farnese è la sede diplomatica dell’Ambasciata di Francia a Roma, pertanto le visite si possono effettuare soltanto secondo le  seguenti modalità:

- Le iscrizioni sono chiuse una settimana prima della data di visita e nessuna iscrizione viene presa in considerazione dopo questo termine.
- Il percorso può essere modificato per imperativi di servizio.
- In caso di cancellazione da parte dell’Ambasciata, sarà proposto o il rinvio della visita o il rimborso.
- Non sono ammessi i minori di età inferiore a 10 anni.
- Non è autorizzata l’interpretazione in altre lingue durante la visita

Il prezzo del tour è di € 9,00
Il prezzo del biglietto per la visita estesa alla biblioteca dell'EFR che ha luogo esclusivamente di venerdì alle ore 17.00 in lingua italiana, è di € 11,00

A partire dal 21 settembre 2015 i visitatori avranno nuovamente la possibilità di visitare la Galleria dei Carracci, capolavoro dell'arte italiana, interamente restaurato dopo 18 mesi di lavori. 

 

 

Eventi in programma

Descrizione

Il palazzo, detto "il dado" e da molti considerato il più imponente e bello di Roma, venne iniziato nel 1517 da Antonio da Sangallo il Giovane su commissione del cardinale Alessandro Farnese, il futuro papa Paolo III (1534-1549). Alla morte del Sangallo i lavori vennero proseguiti prima da Michelangelo (1546-1549), poi dal Vignola (1569-1573) e in fine da Giacomo Della Porta, che li portò a termine nel 1589. Sono del Sangallo le facciate su Piazza Farnese e sulle vie laterali, con l’eccezione del cornicione e della balconata centrale che, insieme a parte del secondo e a tutto il terzo ordine del cortile interno, sono ascrivibili a Michelangelo. La facciata posteriore fu disegnata dal Vignola e completata dal Della Porta. Alla fine del ‘500 il cardinale Odoardo Farnese dette grande impulso alla decorazione interna chiamando a lavorarvi Annibale e Agostino Carracci (1587-1604). Il palazzo, passato nel corso del XVIII secolo ai Borbone di Napoli che lo depauperarono delle statue e di tutte le raccolte farnesiane, è oggi sede dell’Ambasciata di Francia.

Il prospetto principale su Piazza Farnese è tripartito orizzontalmente da fasce decorate con i gigli araldici farnesiani, visibili anche nel grande stemma che sormonta la loggia michelangiolesca e nel magnifico cornicione. La facciata posteriore, su Via Giulia, presenta nella parte mediana tre ordini di triplici arcate. All’interno è notevole l’atrio del Sangallo, suddiviso in tre navate, da cui si accede al cortile circondato da un portico ad arcate. Al piano nobile la celebre Galleria venne affrescata tra 1597 e il 1604 da Annibale Carracci, che si avvalse della collaborazione del fratello Agostino, del Domenichino e di Giovanni Lanfranco. Il grande Salone presenta un ricco soffitto a cassettoni, arazzi riproducenti gli affreschi raffaelleschi delle Stanze Vaticane e, ai lati del camino, le statue giacenti dell’Abbondanza e della Pace di Guglielmo Della Porta. L’attigua Sala dei Fasti Farnesiani fu decorata ad affresco da Francesco Salviati e dagli Zuccari.

Questa scheda (Sede centrale) comprende

Accoglienza › Servizi › Ambasciate e consolati

Vedi anche

Cultura e svago › Beni culturali › Beni architettonici e storici
Data di ultima verifica: 31/05/16 16:48