060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Cultura e svago » Beni culturali » Beni archeologici » Villa dei Quintili
Tipologia: Ville e aree archeologiche

Indirizzo

Indirizzo: Via Appia Nuova, 1092
Zona: Capannelle (Roma sud)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza
accesso anche da via Appia Antica 251 (Santa Maria Nova)

Contatti

Telefono: +39 06 7129121
Telefono: Santa Maria Nova +39 06 71289042 (solo in orario di apertura)

Orario

Da martedì a domenica ingresso dalle ore 9.00 e ultimo ingresso secondo la seguente articolazione:

dall'ultima domenica di ottobre al 15 febbraio: ultimo ingresso 15.30 con uscita 16.30;
dal 16 febbraio al 15 marzo: ultimo ingresso 16.00 con uscita 17.00;
dal 16 marzo all'ultimo sabato di marzo: ultimo ingresso 16.30 con uscita 17.30;
dall'ultima domenica di marzo al 31 agosto: ultimo ingresso 18.15 con uscita 19.15;
dal 1 settembre al 30 settembre: ultimo ingresso 18.00 con uscita 19.00;
dal 1 ottobre all’ultimo sabato di ottobre: ultimo ingresso 17.30 con uscita 18.30.

Chiuso: lunedì, 25 dicembre, 1 gennaio

L'area è parzialmente accessibile a disabili motori

L’Antiquarium di Villa dei Quintili è accessibile e la mobilità interna è garantita da rampe.
Sono presenti idonei servizi igienici.

Accesso agli animali non consentito

Informazioni

• Biglietto combinato con Cecilia Metella, valido 2 giorni: € 5,00.
• Ridotto € 2,00 per i cittadini UE tra i 18 e i 25 anni

• Gratuito
Cittadini sotto i 18 anni della Comunità Europea ed extracomunitari e per i docenti italiani

Card personale annuale per ingresso a Cecilia Metella e Villa dei Quintili/Santa Maria Nova: € 10,00.
I biglietti di ingresso e la Mia Appia Card possono essere acquistati online (www.coopculture.it/heritage.cfm?id=87) o chiamando lo +39 06 3996 7700 (lunedì-venerdì 9:00-18:00; sabato 9:00-14:00).

La Società Cooperativa Culture (Coopculture), concessionaria dei siti del Parco Archeologico dell’Appia Antica, organizza visite guidate gratuite alla Villa dei Quintili e Santa Maria Nova tutte le domeniche alle ore 10:00 in italiano. Appuntamento al casale d’ingresso di Villa dei Quintili sulla Via Appia Nuova. Chiamando lo 06.39967703 è possibile avere informazioni, prenotare visite guidate e acquistare Biglietti d’ingresso e la LaMia AppiaCard che permette ingressi illimitati nell’arco di un anno solare nei siti dell’Appia a pagamento.
 
__________________________________________

Giornate ad ingresso gratuito:

- 3 marzo 2019: prima domenica del mese
- 5/10 marzo 2019: Settimana dei Musei
- 14 marzo Giornata Nazionale del Paesaggio
- 12 maggio Appia Day
- 21 giugno Festa della Musica
- 29 giugno  SS. Pietro e Paolo
- 21 e 22 settembre, Giornate Europee del Patrimonio
- 14 ottobre  Giornata del Camminare
- 27 ottobre Nascita Antonio Cederna

Altre condizioni di gratuità
- ai minori extracomunitari 
- ai cittadini dell'Unione Europea, sotto i 18;
- ai portatori di handicap e ad un loro familiare o ad altro accompagnatore che dimostri la propria appartenenza a servizi di assistenza socio-sanitaria;
- ai cittadini di Paesi non comunitari a "condizione di reciprocità" (i minori di 12 anni devono essere accompagnati);
- alle guide turistiche dell'Unione europea nell'esercizio della propria attività professionale, mediante esibizione di valida licenza rilasciata dalla competente autorità;
- agli interpreti turistici dell'Unione europea quando occorra la loro opera a fianco della guida,  mediante esibizione di valida licenza rilasciata dalla competente autorità;
- al personale del Ministero;
- ai membri dell'I.C.O.M. (International Council of Museums);
- a gruppi o comitive di studenti delle scuole pubbliche e private dell'Unione Europea, accompagnati dai loro insegnanti, previa prenotazione e nel contingente stabilito dal capo dell'istituto;
- agli allievi dei corsi di alta formazione delle Scuole del Ministero (Istituto Centrale per il Restauro, Opificio delle Pietre Dure, Scuola per il Restauro del Mosaico);
- ai docenti ed agli studenti iscritti alle accademie di belle arti o a corrispondenti istituti dell'Unione Europea, mediante esibizione del certificato di iscrizione per l'anno accademico in corso;
- ai docenti ed agli studenti dei corsi di laurea, laurea specialistica o perfezionamento post-universitario e dottorati di ricerca delle seguenti facoltà: architettura, conservazione dei beni culturali, scienze della formazione o lettere e filosofia con indirizzo archeologico o storico-artistico. Le medesime agevolazioni sono consentite a docenti e studenti di facoltà o corsi corrispondenti, istituiti negli Stati dell'Unione Europea. L'ingresso gratuito è consentito agli studenti mediante esibizione del certificato di iscrizione per l'anno accademico in corso, ai docenti mediante esibizione di idoneo documento;
- ai docenti di storia dell'arte di istituti liceali, mediante esibizione di idoneo documento;
- ai giornalisti in regola con il pagamento delle quote associative, mediante esibizione di idoneo documento comprovante l'attività professionale svolta (vedi DD del 7/09/2016 DG-Musei);
- per motivi di studio, ricerca attestate da Istituzioni scolastiche o universitarie, da accademie, da istituti di ricerca e di cultura italiani o stranieri, nonchè da organi del Ministero, ovvero per particolari e motivate esigenze i Capi degli Istituti possono consentire l'ingresso gratuito nelle sedi espositive di propria competenza e per periodi determinati a coloro che ne facciano richiesta;
- alle guide turistiche dell'Unione europea, munite di licenza. (vedi circolare n.20/2016 DG-Musei)
- al personale docente di ruolo o con contratto a termine della scuola italiana è consentito l'ingresso gratuito ai musei, alle aree e parchi archeologici ed ai complessi monumentali dello Stato. Il MiBAC ha aderito all'iniziativa per quanto riguarda l'accesso agli spazi in cui sono allestite mostre o esposizioni temporanee con percorso espositivo separato dall'ordinario percorso di visita. Di conseguenza, gli aventi diritto potranno accedere a tali spazi a pagamento, usufruendo dei buoni di spesa, generabili tramite un'applicazione informatica (cartadeldocente.istruzione.it), attiva a partire dal 30 novembre 2016 (vedi circolare n.77/2016 DG-Musei)

Convenzionato con

Roma Pass
Cosa offre:

Roma Pass:  un ingresso gratuito al possessore di Roma Pass

Prenotazione

» Facoltativa
» Telefonica

Eventi di oggi

#IoVadoAlMuseo (Manifestazioni) a partire da 28/02/19

Descrizione

Si tratta della più estesa villa suburbana di Roma, situata al V miglio della Via Appia, in un’area dove secondo la tradizione si svolse il combattimento tra gli Orazi e i Curiazi. La villa apparteneva ai due fratelli Sesto Quintilio Condiano e Sesto Quintilio Valerio Massimo, importanti personaggi del tempo di Antonino Pio e Marco Aurelio, consoli nel 151 d.C. L’imperatore Commodo li fece uccidere nel 182 d.C. per impossessarsi dei loro beni, compresa la villa, che rimase di proprietà imperiale almeno fino alla fine del III secolo. L’attuale ingresso della villa sitrova su Via Appia Nuova, dove è allestito un Antiquarium. Nel lato verso l’Appia Antica sono visibili i resti di un ninfeo monumentale, trasformato in castello in epoca medievale, e che costituiva l’ingresso originario della villa. Attraverso un grande giardino-ippodromo si accede al settore residenziale, costituito da un vasto cortile rettangolare su cui affacciavano stanze per banchetti dotate di impianti di riscaldamento, decorate da marmi preziosi. Gli ambienti privati della villa comprendevano le stanze da letto,criptoportici, ambienti di servizio e sale termali. Nel settore verso la Via Appia Nuova si trovano le strutture più imponenti del complesso, rappresentate dagli impianti termali: il frigidario, costituito da una grande sala centrale con due vasche per l’acqua fredda ai lati e con il pavimento in marmi policromi, e il calidario (ambiente con acqua calda). Oltre a questi si trovano una serie di ambienti più piccoli con impianti di riscaldamento e vasche. Un altro settore della villa era occupato da un circo, del quale restano scarse tracce. Durante gli scavi condotti nell’Ottocento sono state rinvenute alcune tubature di piombo per l’acqua su cui erano impressi i nomi dei Quintili, che hanno permesso di individuare i proprietari della sontuosa villa.
Il 27 settembre 2013 è stato inaugurato il Giardino dei Patriarchi, un giardino davvero speciale, dove sono conservati i “gemelli” degli alberi monumentali più significativi di tutte le regioni d’Italia.

Parole chiave

Servizi

» Parzialmente accessibile ai disabili
» Servizi igienici per disabili
» Visite guidate

Questa scheda (All'interno di) comprende

Cultura e svago › Beni culturali › Beni archeologici

All'interno di

Cultura e svago › Beni culturali › Beni archeologici

Per saperne di più

Cultura e svago › Beni culturali › Beni archeologici

A cura di

Cultura e svago › Istituzioni culturali › Strutture culturali

Vedi anche

Cultura e svago › Verde › Giardini, ville e parchi urbani
Cultura e svago › Beni culturali › Beni archeologici
Cultura e svago › Beni culturali › Beni archeologici
Data di ultima verifica: 04/09/19 11:01