060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Cultura e svago » Beni culturali » Beni archeologici » Villa dei Quintili e Santa Maria Nova
Tipologia: Ville e aree archeologiche

Indirizzo

Indirizzo: Via Appia Nuova, 1092
Zona: Capannelle (Roma sud)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza
accesso anche da via Appia Antica 251 (Santa Maria Nova)

Contatti

Telefono: +39 06 7129121
Telefono: Santa Maria Nova +39 06 71289042 (solo in orario di apertura)

Orario

Dal giovedì alla domenica dalle 9.00 alle 19.30 con ultimo ingresso alle 18.30
Chiuso 1°gennaio e 25 dicembre.

Informazioni

Percorsi di visita e ingressi contingentati e scaglionati. Per conoscere il dettaglio delle disposizioni di visita si consiglia di contattare direttamente il museo o di visitare il sito ufficiale.

L'accesso a gruppi accompagnati dalla propria guida turistica abilitata è consentito in numero non superiore alle 14 unità e solo se muniti di sistemi di audioguida (whisper) tali da permettere un adeguato distanziamento interpersonale.

L'ingresso è gratuito per tutti i visitatori e in tutti i siti del Parco sino al 13 settembre 2020 compreso e non è necessaria la prenotazione.

Accessibilità
L'area è parzialmente accessibile a disabili motori.
L’Antiquarium di Villa dei Quintili è accessibile e la mobilità interna è garantita da rampe.
Sono presenti idonei servizi igienici.
Accesso agli animali non consentito.

Convenzionato con

Roma Pass
Cosa offre:

Roma Pass:  un ingresso gratuito al possessore di Roma Pass

Eventi di oggi

Descrizione

Villa dei Quintili
Si tratta della più estesa villa suburbana di Roma, situata al V miglio della Via Appia, in un’area dove secondo la tradizione si svolse il combattimento tra gli Orazi e i Curiazi. La villa apparteneva ai due fratelli Sesto Quintilio Condiano e Sesto Quintilio Valerio Massimo, importanti personaggi del tempo di Antonino Pio e Marco Aurelio, consoli nel 151 d.C. L’imperatore Commodo li fece uccidere nel 182 d.C. per impossessarsi dei loro beni, compresa la villa, che rimase di proprietà imperiale almeno fino alla fine del III secolo. L’attuale ingresso della villa sitrova su Via Appia Nuova, dove è allestito un Antiquarium. Nel lato verso l’Appia Antica sono visibili i resti di un ninfeo monumentale, trasformato in castello in epoca medievale, e che costituiva l’ingresso originario della villa. Attraverso un grande giardino-ippodromo si accede al settore residenziale, costituito da un vasto cortile rettangolare su cui affacciavano stanze per banchetti dotate di impianti di riscaldamento, decorate da marmi preziosi. Gli ambienti privati della villa comprendevano le stanze da letto,criptoportici, ambienti di servizio e sale termali. Nel settore verso la Via Appia Nuova si trovano le strutture più imponenti del complesso, rappresentate dagli impianti termali: il frigidario, costituito da una grande sala centrale con due vasche per l’acqua fredda ai lati e con il pavimento in marmi policromi, e il calidario (ambiente con acqua calda). Oltre a questi si trovano una serie di ambienti più piccoli con impianti di riscaldamento e vasche. Un altro settore della villa era occupato da un circo, del quale restano scarse tracce. Durante gli scavi condotti nell’Ottocento sono state rinvenute alcune tubature di piombo per l’acqua su cui erano impressi i nomi dei Quintili, che hanno permesso di individuare i proprietari della sontuosa villa.

Santa Maria Nova
Dal 2013, accedendo a Villa dei Quintili è possibile visitare anche il sito di Santa Maria Nova: tre ettari di campagna romana costellata di ruderi che ruotano intorno a un casale antico, lasciata in totale abbandono per circa 10 anni e occupata abusivamente da comunità di clandestini, fino all'acquisto da parte dello Stato avvenuto nel 2006.
Sono poi seguiti lavori di scavo e ristrutturazione dell'edificio, affascinante residenza dei primi del ‘900 che ingloba una torre di avvistamento e un casale medievale impostato su una poderosa cisterna romana, adibito attualmente a punto di accoglienza per i turisti e centro espositivo aperto al pubblico.
Nel corso degli scavi archeologici effettuati nelle aree esterne all'edificio, sono state rinvenute numerose strutture di epoca romana: tratti di strada basolata, un’area cimiteriale di II secolo d.C., ed edifici presumibilmente pertinenti al grande complesso della Villa dei Quintili, adiacente alla tenuta. Fra questi, spicca la sensazionale scoperta, all’interno di un edificio termale, di due pavimenti a mosaico in tessere bianche e nere perfettamente conservati e visibili: su uno sono raffigurati un gladiatore (un retiarius, dotato di rete e tridente) di nome Montanused e un arbitro nell’atto di consegnare la vittoria, sull’altro quattro cavalli affrontati a coppie attorno a un albero. Questi ultimi sono riferibili alle fationes, le “squadre” che si contendevano la vittoria durante le corse dei carri che si svolgevano nel circo.
Il 27 settembre 2013 è stato inaugurato il Giardino dei Patriarchi, un giardino davvero speciale, dove sono conservati i “gemelli” degli alberi monumentali più significativi di tutte le regioni d’Italia.

Parole chiave

Attività didattiche

La Società Cooperativa Culture (Coopculture), concessionaria dei siti del Parco Archeologico dell’Appia Antica, organizza visite guidate gratuite alla Villa dei Quintili e Santa Maria Nova tutte le domeniche alle ore 10.00 in italiano. Appuntamento al casale d’ingresso di Villa dei Quintili sulla Via Appia Nuova. Chiamando lo 06 39967703 è possibile avere informazioni, prenotare visite guidate e acquistare Biglietti d’ingresso e la La Mia AppiaCard.

Servizi

» Parzialmente accessibile ai disabili
» Servizi igienici per disabili
» Visite guidate

Questa scheda (All'interno di) comprende

Cultura e svago › Beni culturali › Beni archeologici

All'interno di

Cultura e svago › Beni culturali › Beni archeologici

Per saperne di più

Cultura e svago › Beni culturali › Beni archeologici

Vedi anche

Cultura e svago › Verde › Giardini, ville e parchi urbani
Cultura e svago › Beni culturali › Beni archeologici

Convenzionato con

Accoglienza › Servizi › Servizi turistici
Data di ultima verifica: 26/05/20 12:38