060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Cultura e svago » Beni culturali » Beni archeologici » Pantheon
Tipologia: Monumenti

Indirizzo

Indirizzo: Piazza della Rotonda
Zona: Rione Pigna (Torre Argentina) (Roma centro)

Contatti

Orario

Tutti i giorni ore 9.00-19.00 (ultimo ingresso ore 18.45)

Prenotazione obbligatoria
il sabato e la domenica e i giorni festivi (con almeno un giorno di anticipo)
Giorni feriali liberi di prenotazione
> Prenotazione online

AVVISO: per consentire la preparazione e lo svolgimento della celebrazione religiosa di Pentecoste, il Pantheon chiude al pubblico dalle ore 16.45 di sabato 4 giugno alle ore 13.30 di domenica 5 giugno.

Informazioni

L’accesso al Pantheon è sempre gratuito e non è necessario alcun biglietto.

Nel fine settimana e nei giorni festivi è necessario prenotare l'ingresso con almeno un giorno di anticipo.

Il numero massimo previsto è di 200 persone per slot di mezzora.
I gruppi sono ammessi fino a un massimo di 20 componenti, guida inclusa.

In occasione di celebrazioni religiose l’accesso è consentito ai soli fedeli.

AVVISO AL PUBBLICO
Per le giornate di sabato del mese di maggio 2022
Il Pantheon chiude al pubblico alle ore 16.00 (anziché alle ore 16.45) per le celebrazioni religiose del mese mariano, per poi riaprire ai visitatori alle ore 18.00.​

Modalità di partecipazione: Ingresso gratuito

Descrizione

Il Pantheon, senz’altro uno dei monumenti antichi meglio conservati di Roma, è un mirabile esempio di riutilizzo in chiave cristiana di un edificio sacro in origine dedicato a tutti gli dei. Sorge nel cuore dell’antico Campo Marzio, in uno dei punti più bassi di Roma, e domina con l’imponente facciata il lato meridionale di Piazza della Rotonda.

La costruzione originaria, di cui restano solo alcune tracce, fu realizzata nel 27 a.C. da Marco Vipsanio Agrippa, genero di Augusto, il cui nome compare nell’iscrizione della facciata. Il monumento venne completamente riedificato tra il 118 e il 125 d.C. dall’imperatore Adriano, che com’è noto non usava apporre il proprio nome sugli edifici da lui costruiti. Dopo alcuni restauri, eseguiti dagli imperatori Severi all’inizio del terzo secolo d.C., il monumento cadde in stato di abbandono, fino al 608, quando venne ceduto dall’imperatore bizantino Foca al papa Bonifacio IV, che lo trasformò nella chiesa di S. Maria ad Martyres.

Nel 1625 il papa Urbano VIII, appartenente alla famiglia Barberini, asportò le travi di bronzo del portico per farvi le quattro colonne del celebre baldacchino berniniano di S. Pietro e ottanta cannoni per Castel S. Angelo.

Divenuto nel 1870 sacrario dei re d’Italia, il Pantheon accoglie le spoglie di Vittorio Emanuele II, Umberto I e Margherita di Savoia. Vi è anche sepolto il sommo artista rinascimentale Raffaello Sanzio.

Vedi anche

Cultura e svago › Luoghi di culto di interesse storico-artistico › Chiese cattoliche
Cultura e svago › Beni culturali › Beni architettonici e storici
Cultura e svago › Beni culturali › Beni architettonici e storici

Gli altri musei del sistema

Cultura e svago › Beni culturali › Musei

Per saperne di più

Cultura e svago › Beni culturali › Musei
Cultura e svago › Beni culturali › Musei
Data di ultima verifica: 17/05/22 11:38