060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Cultura e svago » Beni culturali » Beni archeologici » Oratorio dei Ss. Quaranta Martiri di Sebaste
Tipologia: Chiesa chiusa al culto

Indirizzo

Indirizzo: Via della Salara Vecchia, 5/6
Zona: Rione Campitelli (Foro Romano- Campidoglio-P.Venezia) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza
All'interno del Foro Romano

Contatti

Orario

Orario invernale (dall'ultima domenica di ottobre all'ultimo sabato di marzo)
Tutti i giorni tranne il venerdì e la prima domenica del mese gratuita
13.00-15.30

Orario estivo (dall'ultima domenica di marzo al 30 settembre)
Tutti i giorni tranne il venerdì e la prima domenica del mese gratuita
14.30-18.15

Orario autunnale
(dal1°ottobre all'ultimo sabato di ottobre)
Tutti i giorni tranne il venerdì e la prima domenica del mese gratuita
14.30-17.30

Informazioni

Durata visita 30’ circa – capienza max 60 persone

L'Oratorio dei Quaranta Martiri fa parte dei Siti Super e vi si accede:

- con il biglietto Foro Romano-Palatino Super € 16,00
(valido un giorno, permette un solo accesso all’area archeologica del Foro Romano, Fori Imperiali e Palatino, incluse le mostre in corso, e, fino al raggiungimento della capienza massima, ai siti speciali SUPER)

- con biglietto Full Experience € 22,00
(biglietto ordinario comprensivo di accesso al Foro Romano, Fori Imperiali, Palatino, Siti Super, Colosseo compresi Arena o Sotterranei)

Ridotto € 2,00 (cittadini di età compresa tra i 18 e i 25 anni compiuti della dell'Unione Europea e dei Paesi in condizione di reciprocità)

Diritto di prenotazione € 2,00

Agevolazioni per l'ingresso

Per chi è già in possesso del biglietto ordinario Colosseo-Foro Romano-Palatino è possibile acquistare on site un biglietto SUPER che consentirà l’accesso ai siti Super al costo di € 6,00

Descrizione

L’oratorio sorge all’interno del Foro romano nell’angolo compreso tra il tempio di Vesta e il tempio dei Dioscuri nella zona chiamata Fonte Giuturna (II secolo a.C.). Originariamente l'Aula faceva parte del complesso della Rampa di Domiziano. A partire dal Vi secolo l'edificio venne poi trasformato in luogo di culto cristiano.

Il nome dell’oratorio forse si deve al sacrificio volontario di quaranta soldati cristiani che, agli inizi del IV secolo a Sebaste in Armenia, si rifiutarono di onorare un culto pagano e per questo vennero condannati a morire congelati nelle fredde acque di uno stagno.

L'episodio viene ricordato da un affresco dell' VIII secolo presente nell'abside dell'edificio.

Nell'ambito di

Cultura e svago › Beni culturali › Beni archeologici

Vedi anche

Cultura e svago › Beni culturali › Beni archeologici
Data di ultima verifica: 28/01/20 16:19