060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Cultura e svago » Beni culturali » Beni archeologici » Mitreo di San Clemente
Tipologia: Monumenti

Indirizzo

Indirizzo: Via San Giovanni in Laterano, 108
Zona: Rione Monti (Colosseo-S.Giovanni-S.Maria Maggiore) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Contatti

Telefono: 0039 06 7740021

Orario

Giorni feriali, dalle ore 09.00 alle 12.30 dalle 15.00 alle 18.00
La domenica e nei giorni festivi, dalle ore 12.15 e alle ore 18.00
L'ultima entrata per visitare gli scavi archeologici sarà 30 minuti prima della chiusura

Informazioni

Intero: € 10,00
Ridotto: € 5,00

Adulti (Biglietto intero) - € 10,00 a persona
Ragazzi fino ai 16 anni accompagnati dai genitori - gratuito
Ragazzi fino ai 16 anni NON accompagnati dai genitori (Biglietto Ridotto) - € 5,00 a persona
Studenti fino ai 26 anni muniti di carta studente (Biglietto Ridotto) - € 5,00 a persona

Eventi in programma

Descrizione

Il complesso archeologico sottostante la Basilica di San Clemente si trova nella valle che separa il Celio dall’Esquilino.

Le strutture attualmente visibili riguardano due edifici. Il primo è costituito da una grande casa di almeno due piani costruita tra la fine del I e l’inizio del II secolo d.C. Successivamente, tra la fine del II e l’inizio del III secolo, l’ambiente centrale di questa casa fu trasformato in mitreo.

Nell’aula centrale del santuario, alle pareti laterali sono presenti due lunghi banconi dove sedevano i fedeli. Sul fondo in una nicchia vi é l’ara del culto dove è raffigurato Mithra che uccide il toro e ai lati i suoi assistenti portatori di fiaccola, Cautes e Cautopates. Il mitreo fu abbandonato alla fine del IV secolo e tutto il complesso fu interrato.

A est del mitreo, ad un livello più basso, è posto il secondo edificio. Il complesso probabilmente fungeva da magazzino o, in base ad alcune iscrizioni rinvenute nella zona, da Zecca per la fabbricazione delle monete imperiali. Verso la metà del III secolo il primo piano dell’edificio fu demolito e sostituito con una nuova costruzione da identificare con il Titulus di Clemente di cui parlano le fonti, sede della prima comunità cristiana della zona. Nel corso del IV secolo questo edificio fu in parte demolito per costruirvi la chiesa paleocristiana tuttora visibile al di sotto di quella attuale.

Per saperne di più

Cultura e svago › Luoghi di culto di interesse storico-artistico › Chiese cattoliche
Data di ultima verifica: 02/07/15 11:08