060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Cultura e svago » Beni culturali » Beni archeologici » Domus Romane di Palazzo Valentini
Tipologia: Ville e aree archeologiche

Indirizzo

Indirizzo: Foro Traiano, 85
Zona: Rione Monti (Colosseo-S.Giovanni-S.Maria Maggiore) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza
Di fronte alla Colonna Traiana

Contatti

Acquisto telefonico: +39 06 22761280 (lun-ven 9.00-18.00; sab 9.00-12.00)

Orario

Tutti i giorni dalle 9.30 alle 18.30 (partenza ultima visita)
Chiuso: martedì, 25 dicembre, 1 gennaio, 1 maggio
Per motivi di sicurezza gli ingressi sono limitati
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Visite guidate per fascia oraria in lingua
Sono disponibili le visite guidate per fascia oraria in lingua:
- italiana alle 11.00, 12.00, 16.00, 17.30, 18.00
- inglese ore 9.30, 13.30, 14.30, 17.00
- francese ore 11.30
- spagnola ore 14.00
- tedesca ore 13.00

Informazioni

Acquisto telefonico e prenotazione: +39 06 22761280 (lun-ven 9.00-18.00; sab 9.00-12.00)

COSTI VISITA
Intero: € 13,50 (€ 12,00 + € 1,50 prevendita)
Ridotto: € 9,50 (€ 8,00 + € 1,50 prevendita) per i cittadini italiani maggiori di anni 65 residenti nella Provincia di Roma, ragazzi dai 7 ai 17 anni, titolari di apposite convenzioni attive con l’Amministrazione Provinciale
Ridotto scuole € 7,50 (6,00 +1,50 prevendita) per scuole primarie e secondarie
Gratuito: minori di 6 anni, disabili e accompagnatori (se con carrozzina devono prenotare tramite call center e segnalarne la presenza), insegnanti che accompagnano le classi in visita (pagano il solo diritto di prenotazione).

 MODALITA’ DI ACQUISTO:
- Call center (pagamento tramite carta di credito o bonifico bancario)
- Punti vendita Ticket One  (ricevitorie, box office)
- Sito internet TicketOne: www.ticketone.it
- Presso la biglietteria delle Domus (solo nella stessa giornata di visita)

Si consiglia la prenotazione il cui costo e di € 1,50 a persona.

Il sabato e la domenica è vivamente consigliata la prenotazione.

Modalità di partecipazione: Prenotazione consigliata

Convenzionato con

Roma Pass
Cosa offre:

Anche per i possessori di Roma Pass, la prenotazione è obbligatoria. Bisogna chiamare il call center dedicato, al numero 06 32810 (aperto dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 18.00 - il sabato dalle 9.00 alle 13.00) oppure inviare una mail all’indirizzo romapass@tosc.it. La prenotazione è gratuita.

Per gli scavi archeologici di Palazzo Valentini/Domus Romane, la prenotazione è inclusa nell’ingresso solo se si utilizza la card per uno dei primi due ingressi gratuiti (Roma Pass 72 Hours) o per il primo ingresso (Roma Pass 48 Hours). Se si utilizza Roma Pass 72 Hours o Roma Pass 48 Hours per visitare gli scavi archeologici di Palazzo Valentini/Domus Romane come ingresso successivo ai primi due (per la Roma Pass 72 Hours) o al primo (per la Roma Pass 48 Hours), si potrà usufruire della tariffa ridotta a cui va aggiunto però il costo della prenotazione.

Descrizione

DOMUS ROMANE
L’opera di riqualificazione, ricerca e musealizzazione degli scavi archeologici di Palazzo Valentini portata avanti in questi anni con un progetto interamente curato da storici dell’arte, archeologi e architetti, tutti in forze all’amministrazione Provinciale, ha dato risultati di eccezionale rilevanza, per l’importanza rivestita in età romana da quest’area e perché le scoperte consentono di ricostruire un importante tassello della topografia antica e medioevale della città di Roma.

Il suggestivo percorso tra i resti di “Domus” patrizie di età imperiale, appartenenti a potenti famiglie dell’epoca, forse a senatori, con mosaici, pareti decorate, pavimenti policromi, basolati e altri reperti, è supportato da un intervento di valorizzazione curato da Piero Angela e da un’équipe di tecnici ed esperti, quali Paco Lanciano e Gaetano Capasso, che hanno ridato vita alle testimonianze del passato attraverso ricostruzioni virtuali, effetti grafici e filmati.

Il visitatore vedrà “rinascere” strutture murarie, ambienti, peristilii, terme, saloni, decorazioni, cucine, arredi, compiendo così un viaggio virtuale dentro una grande Domus dell’antica Roma. Completa il percorso un grande plastico ricostruttivo dell’area in età romana e delle varie fasi di Palazzo Valentini, grazie al quale il visitatore può ricollocarsi all’interno del contesto urbano attraverso le sue numerose stratificazioni storiche.
un esempio unico e prezioso di come il patrimonio artistico dell’antichità riconsegnato da un’opera attenta e rigorosa di restauro e riqualificazione, possa essere valorizzato attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie.

PERCORSO DELLA COLONNA TRAIANA
Da dicembre 2011 il percorso museale si è arricchito di un nuovo e significativo settore. Nei sotterranei prospicienti la Colonna Traiana il visitatore può ammirare i resti di un monumentale edificio pubblico o sacro: una possente platea in opera cementizia, setti murari in grandi blocchi di travertino e peperino, fusti di colossali colonne monolitiche in granito grigio egiziano, le più grandi messe in opera nell’antichità romana, ambienti seminterrati con muri in opera laterizia e volte a crociera ribassata, databili, in base ai bolli laterizi, nella prima età adrianea.

Anche in questo nuovo spazio la visita è accompagnata da un allestimento, curato dalla stessa équipe, che permette di visualizzare l’area della Colonna Traiana così come si presentava al momento della sua costruzione. Un plastico animato consente di rivedere gli ambienti dell’epoca e in particolare la grande Basilica Ulpia, che sorgeva proprio accanto alla Colonna. Un filmato fa rivivere i due edifici adiacenti, forse adibiti a Biblioteche. Infine una ricostruzione virtuale della Colonna permette di osservare da vicino i bassorilievi e la campagna militare che essi raccontano: la conquista della Dacia, l’attuale Romania, da parte dell’imperatore Traiano. Un racconto straordinario che si conclude con la morte del re Decebalo e il trionfo dell’imperatore.

Un esempio unico e prezioso di come il patrimonio artistico dell’antichità, riconsegnato da un’opera attenta e rigorosa di restauro e riqualificazione, possa essere valorizzato attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie.

Vedi anche

Cultura e svago › Beni culturali › Beni architettonici e storici
Data di ultima verifica: 29/01/19 11:29