060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Cultura e svago » Beni culturali » Beni archeologici » Cisterna romana delle Sette Sale
Tipologia: Monumenti

Indirizzo

Indirizzo: Via delle Terme di Traiano, 5b
Zona: Rione Monti (Colosseo-S.Giovanni-S.Maria Maggiore) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Contatti

Telefono: 060608 tutti i giorni ore 9.00-19.00
Prenotazione telefonica: 060608 tutti i giorni ore 9.00-19.00

Orario

Prenotazione allo 060608 (tutti i giorni 9.00 - 19.00)

Le date di apertura delle prenotazioni per le visite del 2018 sono:
giovedì 15 marzo 2018 per prenotare nei mesi di Luglio, Agosto, Settembre 2018
giovedì 14 giugno 2018 per prenotare nei mesi di Ottobre, Novembre, Dicembre 2018
giovedì 13 settembre 2018 per prenotare nei mesi di Gennaio, Febbraio, Marzo 2019
giovedì 13 dicembre 2018 per prenotare nei mesi di Aprile, Maggio, Giugno 2019


L'accesso all'interno del monumento non è consentito

Ingresso consentito solo a gruppi accompagnati
Max 25 persone a visita
Chiuso lunedì, 1 gennaio, 1 maggio e 25 dicembre

 
E’ visitabile l'esterno del monumento con accesso dal cancello in Via delle Terme di Traiano, 5b. Per motivi di sicurezza è disposto il divieto di accesso all'interno del monumento e sulla terrazza della cisterna delle Sette Sale, per la visita delle strutture tardoantiche.

Informazioni

Tariffe:  
Intero € 4,00
Ridotto € 3,00

Nel costo non è compresa la visita guidata, a cura delle associazioni culturali

Modalità di partecipazione:
Prenotazione telefonica obbligatoria:
per gruppi e scuole: 060608 tutti i giorni 9.00-19.00

La prima domenica del mese l'ingresso ai monumenti del territorio è gratuito per i residenti a Roma e nell’area della Città Metropolitana.
L'accesso è sempre su richiesta e prenotazione di gruppi e associazioni culturali.
La visita guidata, che è a cura di associazioni culturali, deve essere concordata direttamente con l'associazione culturale.

Condizioni di gratuità e riduzioni:
www.museiincomuneroma.it/informazioni_pratiche/condizioni_di_gratuita_e_riduzioni

Prenotazione

» Obbligatoria
» Telefonica

Descrizione

A lungo erroneamente considerate cisterne della Domus Aurea a causa dell'uguale orientamento, le Sette Sale sono state definitivamente riconosciute come pertinenti, fin dalla loro costruzione, alle Terme di Traiano che, per dimensioni e grandiosità avevano bisogno di una adeguata riserva idrica.

La cisterna è formata da nove ambienti paralleli, larghi tutti m  5.30, ma di lunghezza variabile, a causa dell'andamento curvilineo, per motivi statici, della parete perimetrale orientale che si appoggia al terrapieno naturale.
Gli ambienti, che sono quindi in parte seminterrati, sono lunghi da m 29.30 a m 39.75, e sono divisi tra loro da pareti in calcestruzzo, nelle quali si aprono delle porte di comunicazione, disposte secondo assi diagonali per evitare il formarsi di correnti d'acqua.
La costruzione, del tutto artificiale, con paramento delle parti visibili in opera laterizia, è disposta su due livelli, dei quali l'inferiore poggia direttamente sul terreno, con l'unica funzione di sopraelevare il contenitore vero e proprio dell'acqua affinchè la pressione fosse sempre sufficiente all'alimentazione delle Terme.
Il serbatoio aveva una capacità di oltre 8 milioni di litri ed era in parte incassato nel terreno e reso maggiormente solido da contrafforti a pianta quadrangolare. L'interno degli ambienti è rivestito in cocciopesto fino all'imposta delle volte a botte, che furono gettate su una doppia centinatura di bipedali e bessali di cui tuttora sono visibili le impronte nel calcestruzzo.

Gli scavi, condotti tra il 1967 ed il 1975, hanno permesso di riportare alla luce i resti di una ricchissima domus edificata sopra la terrazza delle Sette Sale e che doveva originariamente occupare una superficie ancora maggiore.
Due fasi si distinguono in tale domus: il nucleo originario traianeo, a ovest, con ambienti regolari e paralleli costruiti in opera mista, destinati al servizio della cisterna; quello del IV sec., assai complesso ed articolato, con murature in opera vittata di tufo e mattoni ed una ricca decorazione architettonica e pavimentale, in parte ancora conservata, in opus sectile, oltre che a mosaico.

Parole chiave

Attività didattiche

Visite guidate a cura delle associazioni culturali

All'interno di

Cultura e svago › Beni culturali › Beni archeologici
Data di ultima verifica: 14/12/16 14:45