060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Cultura e svago » Beni culturali » Beni archeologici » Acquedotto Vergine
Tipologia: Monumenti

Indirizzo

Indirizzo: Via del Nazareno, 9/a
Zona: Rione Trevi (Quirinale-Tritone-Barberini) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Contatti

Telefono: 060608 tutti i giorni ore 9.00-19.00
Prenotazione telefonica: 060608 tutti i giorni ore 9.00-19.00

Orario

Ingresso consentito solo a gruppi accompagnati
Max 20 persone a visita
Chiuso lunedì, 1 gennaio, 1 maggio e 25 dicembre 

Informazioni

Tariffe:
Intero € 4,00
Ridotto € 3,00

Nel costo non è compresa la visita guidata, a cura delle associazioni culturali.

Modalità di partecipazione:
Prenotazione telefonica obbligatoria:
per gruppi e scuole: 060608 tutti i giorni 9.00-19.00.

Le date di apertura delle prenotazioni per le visite del 2018 sono:
giovedì 15 marzo 2018 per prenotare nei mesi di Luglio, Agosto, Settembre 2018
giovedì 14 giugno 2018 per prenotare nei mesi di Ottobre, Novembre, Dicembre 2018
giovedì 13 settembre 2018 per prenotare nei mesi di Gennaio, Febbraio, Marzo 2019
giovedì 13 dicembre 2018 per prenotare nei mesi di Aprile, Maggio, Giugno 2019

L'ingresso è consentito solo a gruppi accompagnati.

La prima domenica del mese l'ingresso ai monumenti del territorio è gratuito per i residenti a Roma e nell’area della Città Metropolitana.
L'accesso è sempre su richiesta e prenotazione di gruppi e associazioni culturali.
La visita guidata, che è a cura di associazioni culturali, deve essere concordata direttamente con l'associazione culturale.

Condizioni di gratuità e riduzioni:
www.museiincomuneroma.it/informazioni_pratiche/condizioni_di_gratuita_e_riduzioni

Modalità di partecipazione: Prenotazione obbligatoria

Convenzionato con

Roma Pass
Cosa offre:

Roma Pass: ai possessori della card biglietto ridotto

Prenotazione

» Obbligatoria
» Telefonica

Eventi di oggi

Eventi in programma

Descrizione

I resti architettonici in Via del Nazareno costituiscono il tratto più importante ancora visibile del percorso urbano dell'acquedotto Vergine. Costruito per volere di Agrippa nel 19 a.C., dalla sorgente, localizzata presso il casale di Salone al Km. 10.500 della Via Collatina, l'acquedotto entrava all'interno delle mura urbane all'altezza del Muro Torto e terminava con una mostra monumentale nelle terme di Agrippa. Oggi sono ancora alimentate dal medesimo acquedotto la fontana di Trevi e le fontane di Piazza Navona.

All'altezza dell'attuale Piazza di Spagna l'acquedotto, fino a quel punto sotterraneo, usciva sopraterra e continuava su arcate sopraelevate delle quali sono oggi visibili, oltre ai resti di Via del Nazareno, quelli in Via del Bufalo. Il tratto in Via del Nazareno è costituito da un fornice, costruito per volere di Claudio nel 46 a.C. a cavallo di un'antica strada della regio VII: i pilastri e l'arcata sono costituiti da un elemento a bugnato realizzato con grossi blocchi di peperino mentre la cornice, ormai perduta, doveva essere di travertino. L'iscrizione dedicatoria, che attribuisce a Claudio i lavori di costruzione, è ancora oggi ben visibile su ambedue i lati della struttura. Quando l'imperatore Adriano restaurò l'intero percorso dell'acquedotto, l'arcata del Nazareno venne rinforzata con un rivestimento in muratura ed ancora, in epoca più tarda, il condotto venne rialzato di oltre 1 metro rispetto al piano originario.

Parole chiave

Attività didattiche

Visite guidate a cura delle associazioni culturali.

All'interno di

Cultura e svago › Beni culturali › Beni archeologici
Data di ultima verifica: 14/12/16 14:34