060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Accoglienza » Servizi » Servizi turistici » Le fontane "mostra"

Contatti

Descrizione

Fin dall’antichità Roma era conosciuta come Regina Aquarum, la regina delle acque, e le fontane, oltre a essere luoghi di divertimento e abbellimento, rappresentavano una vera e propria mostra dell’eccezionale disponibilità d’acqua, che accresceva ancora di più la magnificenza e la potenza della città.

Dionigi d’Alicarnasso scriveva nel primo secolo a.C., ai tempi di Augusto: “Mi sembra che la grandezza dell’Impero Romano si riveli mirabilmente in tre cose, gli acquedotti, le strade, le fognature”. La storia dell’acqua trasportata attraverso le condotte ha inizio nel 312 a.C. quando, grazie a Appio Claudio Cieco, giunse a Roma alle falde dell’Aventino la prima acqua attraverso un condotto artificiale lungo più di 16 chilometri.  Un vero e proprio fiume di acqua arrivava a Roma in Età Imperiale e la gestione era allora nelle mani dei “curatores aquarum”, che divennero nel tempo i cosiddetti  “presidenti degli acquedotti urbani”.
Dagli anni Trenta (1937)  è Acea a gestire il servizio idrico nella città di Roma. 

Gli antichi romani consideravano l’acqua - gli acquedotti, le fontane e le terme - simboli di civiltà e di progresso. Ancora oggi Roma è ricca di fontane e fontanelle. Alcune sono semplici vaschette, altre sono grandi fontane. Questi magnifici monumenti, costruiti nel corso dei secoli, celebrano il trionfo dell’acqua. In tutta la città se ne contano più di 1.500. La maggior parte si trova nel centro storico, alcune fontane  sono “nascoste” nei cortili dei palazzi e nei giardini delle ville.

Roma è famosa anche per i suoi “Nasoni”, le caratteristiche fontanella in ghisa, oltre 2.500 diffuse in tutta la città.

Che cos’è la fontana Mostra
Nei secoli scorsi si usava far finire gli acquedotti che portavano l’acqua a Roma con una fontana davvero speciale. La fontana “mostra” era una vera e propria fonte, dove era possibile bere o prendere l’acqua, ma anche un monumento, una scultura per  rendere più bella una piazza o una strada e per mostrare il potere e la ricchezza di chi, un papa, un nobile, aveva fatto costruire l’incredibile opera artistica. 

Alcune Fontane "Mostre"

Fontana di Trevi
Fontana dell’Acqua Paola
Fontana del Tritone
Fontana delle Naiadi
Fontana del Mosè
Fontana dei Quattro Fiumi, del Moro e del Nettuno
Fontana delle Tartarughe 

Parole chiave

Questa scheda (All'interno di) comprende

Cultura e svago › Beni culturali › Beni architettonici e storici
Cultura e svago › Beni culturali › Beni architettonici e storici
Cultura e svago › Beni culturali › Beni architettonici e storici
Cultura e svago › Beni culturali › Beni architettonici e storici
Cultura e svago › Beni culturali › Beni architettonici e storici
Cultura e svago › Beni culturali › Beni architettonici e storici
Cultura e svago › Beni culturali › Beni architettonici e storici

Vedi anche

Accoglienza › Servizi › Servizi turistici
Accoglienza › Servizi › Servizi turistici
Data di ultima verifica: 16/08/18 11:32