060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Discover and buy tourist services, cultural offers and shows in Rome
You are in: Home » Events and shows » Exhibitions » Bosco magico. Gli alberi sciamanici di Paolo Martellotti
Date: from 2018-06-09 to 2018-09-30

Opening times

Dal 9 giugno al 30 settembre 2018

Da martedì a domenica ore 9.00-19.00
La biglietteria (unica presso il Casino Nobile) chiude 45 minuti prima

N.B. per eventuali aperture e/o chiusure straordinarie consultare la pagina dedicata agli Avvisi

Held in

Address

Address: Via Nomentana, 70
Zone: Quartiere Nomentano (Roma nord)
Atac
Enter your starting address
BIGLIETTERIA presso il Casino Nobile

Information

Gratuito per tutti i residenti a Roma e nell’area della Città Metropolitana la prima domenica del mese (mediante esibizione di valido documento che attesti la residenza)

La MIC card è acquistabile nei musei e online all’indirizzo miccard.museiincomuneroma.it 

Biglietti e audioguide

​Il biglietto è acquistabile anche con carta di credito e bancomat

Gratuità e riduzioni
Convenzioni
Acquisto online
La conferma d'ordine stampata dà diritto a saltare la fila in biglietteria e ritirare il proprio biglietto d'ingresso.
Prenotazioni

Tel. 060608 (tutti i giorni 9.00-19.00)

 

Contacts

Telephone: 060608 dalle 9.00 alle 19.00
Fax: 06 44250166
Email: eventi.aziendali@zetema.it per eventi aziendali privati

Description

L'idea di realizzare la mostra presso la Casina delle Civette (giardino), nasce dalla possibile simbiosi tra il rapporto con la natura delle opere di Paolo Martellotti e il suggestivo Museo, situato in mezzo al verde. Lo stesso esterno della Casina è caratterizzato da elementi naturalistici ed esoterici presenti nelle vetrate, nei decori e negli elementi costruttivi

L'eclettico complesso architettonico funge da ideale contesto scenografico per ospitare i legni sciamanici dell'artista, che ne divengono parte integrante e coprotagonisti. Le sue opere sono veri e propri "Alberi": pezzi di diverse essenze ai quali l'Artista ha dato una seconda vita, reinterpretandoli, costruendo sculture sacre e musicali, rigorosamente progettate come totem di arte tribale.

Le altezze delle opere sono comprese tra i 30-270 cm. I materiali che le compongono sono: legno, corda, chiodi, cordini di acciaio e varie tipologie di colore (tempere, smalti e pigmenti). Le basi sono in legno o peperino. Le opere pittoriche sono realizzate attraverso l'impiego di tempera, acrilici, collage su tela o compensato.

Si propone pertanto l'esposizione di 55 opere: 12 sculture dislocate nelle aiuole del Giardino, 6 nel Portico antistante alla Dipendenza, infine 12 sculture all'interno della Dipendenza assieme a 25 opere pittoriche